Soluzione Nexus 7 (2012) e problemi di lentezza/blocco dopo aggiornamento ad android 5 Lollipop

Tanti possessori del Nexus 7 (versione 2012) si sono ritrovati un tablet inutilizzabile afflitto da gravi problemi di lentezza, lag e blocchi vari  dopo l’aggiornamento ad android 5 lollipop.
I vari blog e forum si sono riempiti di lamentele e presunte soluzioni, cerchiamo qui di fare il punto e riportare la soluzione che (a livello personale) ha funzionato, riportando il tablet in questione ad essere utilizzabile con soddisfazione.

Partiamo dall’inizio:

La prima soluzione che è uscita fuori, ma non per tutti ha afunzionato è eseguire la cancellazione della partizione cache, è un operazione che non cancella le app installate, viene spiegata qui, oppure qui in italiano.

La soluzione:

Quello che ha riportato maggiori successi composto da 2 operazioni
1) Limitare il numero di processi in backgroud (consigliato 2)
-Per farlo occorre innanzitutto diventare sviluppatori (se non lo siete già) cliccando 7 volte sul numero di built (in impostazioni-> Informazioni sul tablet)
-In “Opzioni sviluppatore”, tappare la voce “Limiti processi in backgroud” e cambiare il valore da “Limite standard” a 2

2) disabilitare google now
Per farlo lanciare l’app Google nel vostro tablet,
andare in impostazioni (swipe da sinistra) e disabilitare Google now

Queste 2 operazioni per i tablet in cui le ho personalmente utilizzate sono quelle che hanno avuto sempre successo!

Ulteriori problemi possono essere causati dalle app.

Alcune app si sono evidenziate come maggiori responsabili di blocchi e rallentamenti di tutto il sistema, quella piu “famosa” (forse anche per il vasto parco installato è l’app di facebook, provare a disistallarla e vedere se il tablet riprende vita è un’operazione consigliata.
Altre app possono essere responsabili, in base a quelle installate sul tablet in oggetto ognuno potrà farsi un idea di quelle più problematiche.
La situazione comunque è in continua evoluzione e con l’ottimizzazioni rilasciate con i vari aggiornamenti si spera che i problemi tendano a zero.

Altro

Alcuni consigliano rimuovere sfondi personalizzati e mettere uno sfondo predefinito (non animato, meglio monocolore), è un operazione dal dubbio impatto sulle prestazioni, ma alcuni sostengono che per loro ha funzionato.

 

Rimuovere virus Polizia Penitenziaria (Agg. 2014)

In rete si trovano tantissime “soluzioni” che promettono di rimuovere tale virus, ma purtroppo esistono anche tante versioni e evoluzioni di tale “virus”.

Si presente all’accensione del PC, subito dopo il login, non permettendo quindi ne di lanciare il task manager ne di interagire con il sistema operativo.

L’unica soluzione che ha funzionato nel mio caso è quella estrapolata da questa pagina intenet (in inglese).

In prativa si tratta di creare un supporto avviabile (USB o CD ROM) con Anvi Rescue Disk scaricabile cliccando qui

Avviare il pc con il supporto creato e Fargli fare una scansione.

Al termine cliccare su FIX NOW per eliminare l’eventuale virus trovato

Cliccare quindi su Repair per correggere eventuali collegamenti rimasti troncati e riavvitare il pc senza questo fastidioso virus.

Fonte: dotfab.com

Error create Database durante il trasferimento di WordPress

L’errore si può presentare durante l’importazione del databse mysql (precedente esportato dal vecchio).

Si presenta così:

Soluzione

Per risolvere occorre:

Farsi una copia di sicurezza del file .sql che tentiamo di importare

Modificare lo stesso file .sql come segue:

cancellare la riga che inizia con “CREATE DATABASE” (nelle prime righe, di solito intorno alla riga 20)

Sostituire il nome di database della la riga subito sotto che inizia con CREATE (che conterrà originariamente il nome del vecchio DB del vecchio sito) con il nome del database che verrà utilizzato nel nuovo sito.

Salvare e ritentare l’importazione, se non sono stati commessi errori la procedura questa volta verrà portata a fondo correttamente senza errori.

Schermate di esempio:

Vecchio file .sql originale:

 

 

Dopo le modifiche:

Come rendere un numero di telefono cliccabile per Smartphone

Varie tecniche per rendere attivi i numeri di telefono nelle pagine web facendo in modo che quando “tappati” sullo smartphone permettano la chiamata verso il numero stesso.
Al momento non c’è uno standard universale che vada bene su tutti i dispositivi, di seguito le tecniche piu diffuse:

Metodo TEL://

<a href=”tel://+3911111111111″>+3911111111111</a>
Esempio:+3911111111111

Video chiamata tel-av://

<a href="tel-av://+3911111111111">+3911111111111</a>

Esempio:+3911111111111

Metodo CALLTO://

<a href="callto://+3911111111111">+3911111111111</a>

Esempio:+3911111111111

 

Fare in modo che i numeri non vengano interpretati come telefoni (e quindi il browser del telefono li evidenzi come cliccabili):

Occorre mettere il seguente META nella HEAD della pagina o dell’intero sito:

<meta name="format-detection" content="telephone=no"> 

A questo punto non resta che provare le varie tecniche con i vostri dispositivi:
raggiungi questa pagina con il seguente QR Code:
QRCode

Backup / Ripristino di SyncToy

SynctoySyncToy, il semplice programma di backup/sincronizzazione di Microsoft non ha al suo interno la funzione di backup/ripristino utile in caso di formattazione del pc.

L’operazione però può essere effetuata manualmente copiando il file SyncToyDirPairs.bin nella nuova installazione.
Suddetto file in base al sistema operativo lo troviamo nella cartella LOCAL APPLICATION DATA, quindi in base a sistema operativo può essere:

  • %LOCALAPPDATA%\Microsoft\SyncToy\2.0\ (Windows Vista)
  • %USERPROFILE%\Local Settings\Application Data\Microsoft\SyncToy\2.0\(Windows XP)
  • %USERPROFILE%\AppData\Local\Application Data\Microsoft\SyncToy\2.0\ (Windows 8)